Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

mercoledì 21 gennaio 2009

Crimini e misfatti - Woody Allen (film drammatico)

Ennesimo film di Woody Allen recensito su Cinema e film.

Dopo il trittico di film più recenti, ossia Match point (che in pratica ne costituisce la versione moderna), Scoop (che mischia commedia e dramma) e Sogni e delitti (che è il più anonimo dei tre), si ritorna a un film di qualche anno prima: parlo del notissimo Crimini e misfatti, che, guarda caso, è un po’ il precursore delle tre produzioni appena citate, dato che con esso Woody Allen ha in parte abbandonato il suo tipico humor graffiante passando dalla commedia al drammatico con venature noir.

In Crimini e misfatti il passaggio dai film umoristici con Allen protagonista a quelli drammatici con Allen in veste solo di regista è ben rappresentato, visto che l’humor è presente solo parzialmente, come è marginale il ruolo recitato dal regista e attore americano.

Chi ha già letto una delle precedenti recensioni saprà già che preferivo, e di gran lunga, i film del primo Woody Allen piuttosto che quelli di ultima generazione, che secondo me ne hanno snaturato la naturale verve ironico-satirica a vantaggio di un genere che rimane meticcio in modo irrisolvibile.

Ad ogni modo, ecco in breve la trama di Crimini e misfatti.
Judah Rosenthal (Martin Landau) è uno stimato dottore oculista, che però ha un problema: la sua amante vuole rivelare tutto a sua moglie, nella speranza che il matrimonio finisca.
La donna, tale Dolores Paley (Anjelica Huston), non vuole sentire ragioni, tanto che il dottore si decide a farla uccidere da un killer professionista (aiutato dal fratello, un mezzo criminale).
Dopo, però, Rosenthal è preda del rimorso, tanto da considerare di costituirsi...

Parallela alla storia del dottore è quella di Cliff Stern (Woody Allen), un uomo di mezza età la cui vita è un mezzo fallimento.
Sta fallendo il suo matrimonio, sta fallendo professionalmente come regista, e fallisce anche nella storia con Halley Reed (Mia Farrow), che gli preferisce Lester, odiato fratello della moglie, uomo ricco, famoso e di successo.

I due uomini, alla fine di un percorso inverso, in cui il primo sembra cadere ma poi si rialza, mentre il primo sembra sollevarsi, ma poi crolla, si incontrano e, in qualche modo, si confrontano, con la voce fuori campo che illustra la visione retrostante al film.

La vita è fatta di scelte, ogni scelta porta con se delle conseguenze, siamo la somma delle scelte passate, etc.

Allen esplora i sentieri dell’ambizione sociale, del successo e dei rapporti interpersonali alla luce di quello che si è disposti a fare o a non fare per raggiungerli.

Crimini e misfatti è senza dubbio un film di valore, ma per me meno importante dei “veri” film di Woody Allen, come Amore e guerra, Manhattan o La dea dell'amore, che a mio avviso mostrano il meglio del regista americano.

Fosco Del Nero



Titolo: Crimini e misfatti (Crimes and misdemeanors).
Genere: drammatico.
Regista: Woody Allen.
Attori: Martin Landau, Mia Farrow, Anjelica Huston, Woody Allen, Alan Alda, Sam Waterston, Daryl Hannah, Caroline Aaron, Victor Argo, Jerry Orbach, Claire Bloom.
Anno: 1989.
Voto: 6.5.
Dove lo trovi: qui.