Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

mercoledì 4 maggio 2016

Il luogo delle ombre - Stephen Sommers (film fantastico)

Ci sono certi film di cui ti invaghisci all’istante, perché magari senti un certo affetto e trasporto per i protagonisti, al di là poi del fatto che si tratti di grandi film o meno.

Per Il luogo delle ombre per me è stato così.
Compreso il fatto che non si tratta di un grande film… ma solamente di un film discreto.

Passo subito a raccontare in grande sintesi la trama, precisando come prima cosa che il film è stato tratto dal romanzo omonimo di Dean R. Koontz: ci troviamo a Pico Mundo, cittadina statunitense della California situata nel deserto del Mojave, vicino a Las Vegas. Il protagonista della storia è Odd Thomas (Anton Yelchin; Cuori in Atlantide, Terminator salvation), un ragazzo che ha fama di essere piuttosto strano…
… e a ragione, giacché egli vede i morti, i quali gli comunicano delle cose affinché lui risolva problemi, incastri i colpevoli di omicidi, etc.

Fin qui tutto ok. Il problema è che vede anche i cosiddetti bodach, sorta di spiriti malvagi che appaiono attratti dalla morte e dalla violenza… normalmente poco prima che esse si manifestino.
Un giorno Odd ne vede tantissimi intorno a un personaggio strano, e inizia a indagare, temendo qualcosa di grosso, proporzionato al numero dei bodach, e temendo anche per i suoi amici: la sua fidanzata Stormy (Addison Timlin; The town that dreaded sundown), l’amica Viola (Gugu Mbatha-Raw; L'amore all'improvviso, La ragazza del dipinto), lo sceriffo Wyatt Porter (Willem Dafoe; L'ombra del vampiro, C'era una volta in Messico, Existenz, Grand Budapest HotelPlatoon, L'ultima tentazione di Cristo, Spiderman, Animal factory).

Tecnicamente Il luogo delle ombre è un film di genere fantastico con degli elementi orrorifici, date le numerose scene con i bodach, senza parlare delle numerose scene semi-orripilanti, tra sangue, sparatorie, bombe, cadaveri, etc.
La trama stessa non risparmia momenti di tristezza.

Tuttavia, ciò che mi ha fatto innamorare de Il luogo delle ombre non è tutto ciò, e nemmeno la vocazione da supereroe del bene del protagonista, quanto la grande tenerezza che si respira nel film, soprattutto per via del rapporto tra Odd e Stormy.

Anche la fotografia fa la sua parte, con riprese ben fatte, luci e colori sempre ok, e anzi spesso accattivanti, altra cosa attraente del film.

Così come è attraente, almeno per me, la forma narrativa della voce fuori campo che introduce lo spettatore nella scena, rappresentata dallo stesso Odd che ci racconta passato e pensieri.

Insomma, Il luogo delle ombre di Stephen Sommers (regista dei fortunati La mummia e La mummia - Il ritorno… ma poi di praticamente nient’altro di rilevante) è un film gradevole, pur senza essere né un colossal né particolarmente innovativo (il protagonista che vede morti e spiriti e cerca di sistemare le cose non è certo idea nuova), che diviene particolarmente gradevole se anche voi prendete in simpatia i due protagonisti.

Fosco Del Nero



Titolo: Il luogo delle ombre (Odd Thomas).
Genere: fantastico, sentimentale, drammatico, horror.
Regista: Stephen Sommers.
Attori: Anton Yelchin, Addison Timlin, Willem Dafoe, Leonor Varela, Gugu Mbatha Raw, Nico Tortorella, Patton Oswalt, Ashley Sommers, Matthew Page, Casey Messer, Barney Lanning.
Anno: 2005.
Voto: 7.
Dove lo trovi: qui.